Pensierini di Natale

Ouidah 24 dicembre 2014

Pensierini di Natale:

I bambini grandi che attaccano le luminarie e le decorazioni,
quelli piccoli che battono le mani e sorridono;

io che dopo la corsetta fino alla spiaggia da finto atleta, doccia e cena, in solitudine,
ascolto i miei pensieri.

Seduto sul divano di legno in terrazza con un meritato bicchierino di sodabi’
(grappa di palma o di miglio) ascolto
i rumori tipici della Maison: chiacchiere in lingue per me ostacoli insormontabili da decenni, risate e pianti di bimbi che corrono subito nelle braccia delle maman, rumore di pentole e tegami.
Therese e figlie a Cotonou, da amici,
Azara nel pomeriggio aveva
il professore di ripetizione,
perché qui non basta andare bene a scuola, devi sempre migliorarti.

Nell’oscurità cerco riparo dall’afa,

inutilmente aspetto la brezza dell’oceano, che implacabilmente la laguna si ingoia.

E’ Natale
Mi trovo a fare pensieri che non facevo da tempo: l’Onnipotente che diventa bimbo in una nuda capanna, probabilmente più somigliante a un piccolo ospite della Maison che al paffuto biondino dei nostri presepi.

Rivedo gli occhi straniti della bimba uscita chissà dove dal folto della foresta, col suo troppo grande carico di legna,
per osservare quel vecchio e sbilenco yovo (bianco in lingua fon), nel tardo pomeriggio,
cercare di correre su quella strada sabbiosa,
che videro i suoi antenati partire in catene per il Sudamerica, portandosi le uniche cose a loro rimaste:
la nostalgia e le loro divinità;

per lei Natale forse sarà più tardi giocare a “caleta” (carnevale dei bimbi in maschera, che a gruppi scendono in città, per ragranellare qualche scefa con cui comprarsi qualche bon bon per il giorno di festa),
o forse sarà invece solo dispensata da andare ancora una volta a prendere acqua…
E’ bello aver capito che gli asceti di ogni religione siano comunque sereni in questo giorno a Ouidah:
anche per i voodonsi un Dio che scende in terra e si regala è sempre una cosa buona.
“se aveste fede spostereste le montagne”,
mi accorgo che stasera davvero non ho nemmeno la forza di
alzare il culo dal divano in legno.

Dicembre 2014 Maison 052Dicembre 2014 Maison 014

Pensierini di Nataleultima modifica: 2014-12-24T21:28:12+00:00da ouidah1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento